Cetraro

Cetraro 1 Cetraro è di origine antiche, forse la prima città marittima bruzia. Ha un centro storico pieno di viuzze, archi e scorci. Per entrare nel paese ci sono tre porte: di Mare, di Basso e di Sopra, a testimonianza di quando Cetraro era una cittadina fortificata.   Fu donata dalla duchessa Sichelgaita, seconda moglie di Roberto il Guiscardo, all’abate Desiderio IV Epifanio di Montecassino come ringraziamento dei buoni uffici prestati dall’abate a Melfi. Per 726 anni Cetraro è stata sotto il dominio dei Benedettini di Montecassino.
Ci sono varie teorie sul nome Cetraro: chi sostiene che è dovuto alla produzione di cedri o limoni che si coltivano nelle campagne vicine; chi sostiene che il nome è collegato al fiume Aron che attraversa il territorio e Citra-Aron indicherebbe “paese al di qua dell’Arion”; chi invece che il nome ha origini ebraiche, in quanto gli ebrei che andavano ad acquistare i cedri a Santa Maria del Cedro per utilizzarli per una loro festa, indicavano il territorio Kata-rion, cioè che oltre il promontorio si trovava la meta del loro viaggio.
Nella seconda guerra mondiale Cetraro fu bombardata da due aerei alleati che avevano l’obiettivo di distruggere la linea ferroviaria. Obiettivo che però non fu raggiunto.
Questo paese ebbe un grande periodo di sviluppo dolo la seconda guerra mondiale con la costruzione della fabbrica tessile Faini che creò molta occupazione e ci fu l’espansione della frazione e della marina. Ma dopo il fallimento della fabbrica la situazione andò sempre peggiorando.

{mosmap}
Iscriviti per ricevere la nostra programmazione
Privacy e Termini di Utilizzo

Prossimi eventi

Dove siamo

Indirizzo
C.da Prato, San Marco Argentano
Recapiti telefonici

Giampiero +39 329 535 30 43

Maria +39 340 167 5 500
Scrivici
info@masseriaperugini.it